Le 5 spiagge più belle di Maiorca

Maiorca è un’isola dal mare turchese che lambisce splendide spiagge, ognuna con la sua particolarità. Ecco la mia selezione delle 5 più belle.

Maiorca è la più grande delle isole Baleari, in Spagna, ed è talmente grande che, in 5 vacanze estive trascorse sull’isola, non sono ancora riuscita a visitare tutte le sue incredibili spiagge (a dire il vero nemmeno tutti suoi suggestivi borghi). Del resto, lungo le sua coste frastagliate si contano più di 300 baie, dislocate principalmente lungo la costa meridionale, orientale e nord-orientale.

Le spiagge di Maiorca sono per tutti i gusti:

  • Di sabbia bianca oppure di ghiaia e ciottoli
  • Con la pineta oppure con altissime montagne alle spalle
  • Lunghe svariati chilometri oppure piccolissime, isolate, raggiungibili solo via mare
  • Super attrezzate con bar, ombrelloni e servizi di ogni tipo oppure vergini e selvagge, conosciute solo da pochi abitanti del luogo

Qui di seguito ho selezionato le 5 spiagge secondo me più belle di Maiorca, che valgono una visita se si decide di trascorrere una vacanza sull’isola.

Sa Calobra

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da VIVINVIAGGIO (@vivinviaggio)

Sa Calobra è situata sulla costa settentrionale di Maiorca, in una delle zone più aspre della Sierra de Tramuntana. In questa cala stretta e profonda come una gola, unica e super fotografata, niente sabbia bianca ma grossi ciottoli, un po’ come in tutta questa parte montuosa dell’isola. La sua particolarità è che nasce in corrispondenza della foce del Torrent de Pareis.

Per arrivare a Sa Calobra i modi sono due:

  • Scendendo in macchina attraverso un susseguirsi di tornanti in mezzo alla roccia che si snodano per 12 chilometri, per un dislivello di quasi 800 metri, e lasciando l’auto al parcheggio in fondo alla discesa (talmente piccolo da dover arrivare piuttosto presto la mattina). A quel punto basta proseguire a piedi attraverso due angusti tunnel pedonali scavati nella roccia, davvero suggestivi. All’uscita del secondo tunnel, si apre questo vero spettacolo della natura
  • Il secondo modo è molto più avventuroso (consigliato solo a chi abbia esperienza di trekking in montagna), e consiste nel discendere a piedi per 6-7 ore il Torrent de Pareis, un canyon da brividi caratterizzato da rocce lisce, salti e ostacoli di ogni tipo

Cala De Na Clara

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da VIVINVIAGGIO (@vivinviaggio)

Situata a una manciata di chilometri da Colònia de Sant Pere e in prossimità del paesino di Betlem, nella parte orientale di Maiorca e affacciata sulla Baia d’Alcùdia, Cala De Na Clara è nascosta sotto fitti pini e scogliere e caratterizzata da ciottoli, pietre ma soprattutto una meravigliosa acqua cristallina (di qui il suo nome, Clara).

La spiaggia è molto selvaggia e l’accesso piuttosto complicato: la prima parte consiste in un sentiero pianeggiante panoramico tra la vegetazione, mentre nella seconda parte il sentiero scende attraverso le rocce e diventa decisamente pendente.

Una volta scesi non resta che camminare sui sassi, gettare a terra il telo e tuffarsi in questo incredibile mare turchese.

Discesa sconsigliata alle famiglie con bambini piccoli e con troppo materiale al seguito: borse frigo, ombrelloni e giochi da spiaggia meglio lasciarli in macchina! In totale, dal parcheggio alla spiaggia, il percorso dura 15-20 minuti.

Calò des Moro

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Visit Mallorca (@visitmallorcaoficial)

Eccola, la vera perla di Maiorca! Questo piccolo fazzoletto di sabbia è considerato la spiaggia più bella dell’isola e si trova a breve distanza da Santany, nella parte meridionale dell’isola.

Circondato da scogliere a strapiombo sul mare, Calò des Moro è un minuscolo arenile di sabbia bianca e finissima punteggiato da rocce e accarezzata da un mare da cartolina: hai detto turchese? No, questo è molto di più!

Anche in questo caso la discesa è molto complicata, perché la pendenza del sentiero è notevole, ma alla fine dell’avventura (e della scalinata finale che porta alla spiaggia) ogni goccia di sudore versata sarà assolutamente valsa la pena.

Un consiglio: da evitare nel mese di agosto, l’affollamento dei 30 metri di arenile è inimmaginabile.

Es Caragol

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Toniet (@celsmallorca)

Una spiaggia nascosta sulla punta sud dell’isola, Es Caragol è raggiungibile solo a piedi partendo dal faro di Cap de Salines e seguendo un sentiero pianeggiante lungo la scogliera di circa 30 minuti.

Il sentiero non è segnalato, ma basta tenere il mare sempre sulla sinistra e non esiste il rischio di perdersi.

Qui regnano la pace e la solitudine assolute. Una volta arrivati, non resta che rilassarsi e godersi il paesaggio da sogno e il mare perfetto per nuotare o fare snorkeling.

Attenzione: la spiaggia non è attrezzata, quindi è consigliabile portare con sé acqua, cibo e un ombrellone per ripararsi dal sole.

Cala Agulla

Situata all’interno di un parco naturale e di una zona protetta per il suo elevato valore ambientale, è una delle spiagge più conosciute di Maiorca e si contraddistingue per la pineta alle spalle, per la sua sabbia bianca molto fine e per un incredibile mare verde-turchese, poco profondo e molto popolare tra i surfisti per le forti correnti che si possono incontrare un po’ al di fuori della baia. Si trova lungo la costa orientale di Maiorca, non lontano dalle cittadine di Arta e Capdepera. L’accesso alla spiaggia è molto semplice, grazie a un ampio parcheggio pubblico a circa un centinaio di metri dall’arenile. Proprio accanto a Cala Agulla si trova Cala Moltò, una caletta rocciosa piccola ma incantevole, dove è possibile godere della massima tranquillità.

Viviana

Viviana

I viaggi sono la mia passione, insieme al mio lavoro di giornalista e alla mia splendida famiglia: Cuca, Ludo e Vinny.
Ho creato questo blog per raccontare le mie esperienze di viaggio, sperando possano incuriosire, essere utili e spronare i più svogliati a scoprire posti nuovi perché altrimenti... non sanno cosa si perdono!
Basta essere curiosi, aver voglia di scoprire, camminare tanto e il gioco è fatto! Buon viaggio :-)

Altro che potrebbe piacerti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

10 − 7 =